«Vado a casa, mio figlio la sta prendendo in un modo un po’ traumatico tutta questa situazione». Con queste parole Youma Diakite annuncia ai suoi colleghi naufraghi l’abbandono